Excite

Santa Sofia a Istanbul

In Turchia e nel mondo, uno dei più splendidi monumenti di tutti i tempi è Santa Sofia a Istanbul. E' definita l'ottava meraviglia per le sue dimensioni, per la grandezza e il colore dei marmi che sono stati utilizzati per la copertura dei muri. Per la sua vastità, entrando nella basilica, ci si sente davvero degli esseri infinitamente piccoli.

    Infophoto

Una basilica in stile bizantino

Quattro minareti tutti diversi tra loro e una grossa cupola svettano sulla città. E' il monumento di Santa Sofia a Istanbul, dove un tempo i membri della famiglia imperiale partecipavano ai riti religiosi, lontano dalla folla. Appena si sorpassa la Porta Imperiale ci si trova davanti una fontana per abluzioni. Entrando all'interno della basilica, notiamo la forma classica rettangolare e un enorme cupola centrale con un diametro di 31 metri. Sono splendidi i mosaici che risalgono al periodo bizantino che raffigurano Cristo, i santi, imperatrici e imperatori. Santa Sofia impressiona anche per gli otto grandi medaglioni di calligrafia turca che riproducano nomi sacri musulmani come Allah, Umar e Mohammed. Sono di forma circolare, molto grandi e appesi alle alte pareti delle gallerie.

La chiesa è provvista di una navata centrale fiancheggiata da due navate laterali sormontate da tribune. All'interno possiamo contemplare 107 colonne alte circa 20 metri, un numero ritenuto di buon auspicio per il sostegno della costruzione. I capitelli sono interamente scolpiti e su alcuni possiamo notare il monogramma di Giustiniano e Teodora in mezzo a foglie di acanto. Il pavimento è ricoperto da grandi lastre di marmo che al tempo di Giustiniano erano mosaici.

Se ci fermiamo ad osservare la basilica dall'esterno notiamo che è orientata verso ovest e proprio davanti possiamo ammirare le rovine del campanile latino, costruito dai crociati dopo aver preso Costantinopoli. Per accedere alla navata ci sono cinque porte, la più celebre è la Porta Imperiale, dove passavano solo gli imperatori. In seguito divenne una moschea e nel 1935 il Presidente della Repubblica Turca trasformò Santa Sofia in un museo.

Hotel dove soggiornare

Se vogliamo recarci a visitare Santa Sofia a Istanbul, possiamo scegliere di soggiornare nel Witt Istanbul Suites, situato nel quartiere più moderno della città dove una camera matrimoniale ha un costo di circa 200 euro. Se desideriamo stare nel centro storico, vicino la Moschea Blu, c'è l'Acra Hotel, dotato di camere arredate con molta cura e confortevoli. C'è anche il Tomtom Suites, concepito in chiave moderna con pavimenti rivestiti completamente in legno. Per altre scelte si può consultare il sito "Istanbul-turismo", dove possiamo trovare tanti altri hotel dislocati in varie zona della città.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018