Excite

Sciopero, musei bloccati per tre giorni

Continuerà fino al 7 dicembre lo sciopero di 350 dipendenti dei musei statali che ha letteralmente bloccato Uffizi, Accademia, Cappelle Medicee, musei di Palazzo Pitti, cenacoli e ville medicee a Firenze per oltre 42 ore.

La motivazione che ha portato alla momentanea chiusura delle principali attrattive culturali fiorentine è dovuta al rinnovo del bando per i servizi aggiuntivi, che non prevede appunto alcuna clausola che garantisca il posto di lavoro degli attuali dipendenti dei servizi di biglietteria, bookshop e prenotazioni.

In pratica i musei resteranno chiusi per tre giorni, dal 5 all’8 dicembre, visto che il lunedì solitamente è giorno di normale chiusura per molte gallerie. Per cercare di evitare il blocco e lo sciopero dei musei il prefetto Paolo Padoin aveva formalmente chiesto un rinvio della protesta in attesa di una risposta da parte del ministero che ancora non si è espresso sulla situazione.

Ad aumentare le preoccupazioni dei 350 dipendenti in sciopero la nuova gara d’appalto per l’assegnazione dei servizi aggiuntivi prevista proprio per dicembre a cui saranno ammesse ditte che offrono servizi di biglietteria, prenotazioni, bookshop, guardaroba e ristorazione. Nonostante ciò per ora nulla prevede la riassunzione degli attuali dipendenti.

Rimangono quindi i forti disagi al sistema museale di Firenze, una delle città più visitate d’Italia, proprio in un periodo delicato come quello natalizio in cui aumentano i week end dedicati alle città d’arte come Firenze. Per visitare i capolavori dei Medici non resta che attendere l’8 dicembre quando la situazione dovrebbe tornare alla normalità.

foto © florence.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018