Excite

Spot choc in Svezia, bimbi costretti alle vacanze in Italia, Grecia e Spagna

  • ilmessaggero.it

«Quest'estate alcuni bambini saranno costretti ad andare in Italia. Venite invece al Liseberg Amusement Park di Goteborg»: fa discutere la campagna pubblicitaria di un parco di divertimenti di Goteborg, in Svezia, che prende di mira Italia, Spagna e Grecia con altrettanti cartelloni pubblicitari che raffigurano bambini in lacrime.

I manifesti hanno ovviamente scatenato la reazione dei tre Paesi chiamati in causa, a partire dall'Italia: l'assessore provinciale di Rimini, Fabio Galli, ha scritto al neo ministro del turismo Massimo Bray per invitarlo a condannare l'iniziativa degli svedesi.

Critiche anche in Grecia, dove l'associazione degli albergatori ha organizzato una protesta all'ambasciata svedese di Atene, riuscendo a far rimuovere i manifesti incriminati. Il ministro del Turismo, Olga Kefalogianni, è stata in visita in Svezia il 25 aprile, nel tentativo di migliorare il flusso turistico verso la Grecia per la prossima estate.

In seguito allle proteste, il parco Liseberg ha deciso di ritirare tutti i manifesti. «Ci dispiace che qualcuno abbia pensato a intenzioni denigratorie da parte nostra, al contrario siamo stati megalomani a pensare di paragonare il nostro piccolo parco a quelle che sono delle vere e proprie patrie del divertimento», si è scusata Julia Vasilis, amministratore delegato del parco di divertimenti.

Ogni anno sono tantissimi i cittadini svedesi che scelgono l'Italia per trascorrere le vacanze e, in particolare, prediligono la riviera romagnola; secondo dati dell’Istat, nel 2010 sono stati registrati 574.731 arrivi dalla Svezia in Italia, con una crescita del 12% rispetto all’anno precedente. In aumento anche i pernottamenti che hanno superato la soglia dei due milioni (+9%).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017