Excite

Stelle agli alberghi, la guida

Alberghi ad una, due, tre, quattro, cinque stelle. La scelta è ampia, ma cosa stanno ad indicare esattamente quelle stelline vicine al nome della struttura? Forse a saperlo sono in pochi. Allora ecco svelato il mistero. Secondo un decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell'11 febbraio 2009, che definisce gli standard minimi dei servizi che gli alberghi devono fornire sul territorio nazionale, un albergo a una stella deve assicurare il ricevimento 12 ore su 24, la pulizia delle camere una volta al giorno, il cambio della biancheria da camera una volta a settimana e le dimensioni minime della camera doppia devono essere di 14 metri quadri.

Nelle strutture a due stelle oltre ai servizi presenti in quelle ad una stella non deve mancare l'ascensore e il cambio della biancheria da camera deve avvenire due volte a settimana. Negli alberghi a tre stelle deve essere presente un servizio bar, gli addetti alla reception devono conoscere una lingua straniera, il personale deve indossare la divisa, deve essere presente il servizio internet e tutte le camere devono essere dotate di bagno privato.

Negli alberghi a quattro stelle è previsto il servizio di pulizia giornaliero della camera, un riassetto pomeridiano e il cambio della biancheria ogni giorno, il servizio di lavaggio e stiratura della biancheria dei clienti, il parcheggio per almeno il 50 per cento delle camere, camere doppie di almeno 15 metri quadrati e bagno di 4. Le strutture a cinque stelle, infine, devono offrire e garantire un servizio di ricevimento aperto 24 ore su 24, camere singole grandi minimo 9 metri quadrati e le doppie almeno 16 metri quadrati, il personale, poi, deve parlare tre lingue straniere.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017