Excite

Thai Airways, cancellati tutti i voli da Roma a Los Angeles a causa della crisi

  • Fonte Twitter @140_OMG

Thai Airways ha detto stop ai voli che decollano da Roma per atterrare Los Angeles. L’iniziativa, partita dai vertici della compagnia aerea thailandese, rientra in un piano di taglio dei costi che prevede diverse manovre tra le quali anche quella di interrompere i collegamenti dal prossimo 25 ottobre 2015 tra la capitale italiana e la cittadina californiana.

Regalare un viaggio: cofanetti, smartbox e buoni sconto

Ma non è tutto qui. La crisi per la compagnia aerea Thai Airways prevede anche tagli per 1.401 posti di lavoro e l’eliminazione di altre rotte che in questo preciso momento di forte crisi rappresentano un rendimento troppo basso per tener fronte ai problemi economici dell’azienda.

"Le modifiche delle rotte – ha spiegato la compagnia aerea all'agenzia Bloomberg - sono temporanee e saranno riviste non appena i vettori avranno recuperato competitività".

151 milioni di dollari pare infatti che sia il ricavo calcolato da chi ha progettato questa manovra di risanamento. Per compensare però la riduzione di servizi la Thai aumenterà da uno a due al giorno il numero di voli che collegano Londra a Francoforte e viceversa, arrivando così a 14 voli a settimana.

Se però questa decisione provocherà un disagio per i cittadini del Bel Paese, arriva una bella notizia a rincuorare gli italiani. A comunicarla è stata una ricerca del Global Travel Price Index condotta per fornire previsioni sulle tariffe di viaggi aerei, hotel, trasporti via terra e servizi per meeting ed eventi nel 2016 a livello mondiale, per macro aree geografiche e per singoli Paesi.

La novità è che per lo Stivale gli analisti prevedono delle riduzioni per le tariffe aeree (-1,4%), con una maggiore flessione nelle tratte nazionali (-3,9%) e in quelle continentali in Economy (-1,8%).

Al contrario invece, si dovrebbero avere dei leggeri aumenti nelle tratte intercontinentali in Economy (+0,8%) e continentali in Business (+0,7%). Per quanto riguarda le tariffe alberghiere, queste dovrebbero risultare complessivamente stabili (-0,2%), ma con dati diversi in base al livello della struttura. Per gli hotel up-scale è previsto un aumento delle tariffe dell’1,9%, per gli hotel di fascia media i prezzi potranno scendere del 2,5%.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019