Excite

Traghetti per la Sardegna: offerte di agosto tra le polemiche

Fra le tante conseguenze che la crisi del nord Africa ha avuto sul nostro paese ha dovuto registrare quello dell'aumento nei mesi scorsi dei prezzi dei traghetti. Un aumento, secondo molte associazioni dei consumatori, che sarebbe di gran lunga maggiore di quello del prezzo del petrolio, tanto che l'Antitrust ha aperto nelle scorse settimane un indagine per verificare che non vi sia stato un cartello tra alcune compagnie per tenere artificialmente alti i prezzi. Una polemica che si aggiunge a quella riguardante proprio le fluttuazioni del carburante, che come di consueto si sono rivelate estremamente elastiche nell'aumentare ed altrettanto riluttuose a diminuire, senza contare che su di loro presto graveranno le ulteriori accise previste dal decreto milleproroghe per ridurre i tagli alla cultura.

Fattostà che alcune compagnie, dopo aver sostenuto per difendersi che le loro tariffe sono in linea quando non inferiori alle medie europee, hanno iniziato a lanciare, specialmente per i traghetti verso la Sardegna,  offerte per il mese di agosto, quello in cui naturalmente si verifica il picco del traffico vacanziero. Ora sta ai consumatori decidere se convenga lanciarsi all'inseguimento degli sconti estivi, prima che questi si esauriscano, o attendere l'esito dell'indagine dell'Autorità di garanzia della concorrenza, se non magari iniziative politche, dato che un taglio dei prezzi da parte di Tirrenia, la compagnia statale che però è in liquidazione, potrebbe far abbassare le tariffe di tutto il settore. Tirrenia, d'altronde, a già lanciato le sue offerte, seguendo Saremar, e si può immaginare che le altre concorrenti faranno altrettanto

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017