Excite

Treni in ritardo, rimborso e pasti gratis

Stesse regole in tutta Europa, ovvero peri 27 stati membri dell'UE, per i ritardi dei treni o meglio per i rimborsi. Il Parlamento europeo ha infatti adottato una relazione dell'europarlamentare belga Dirk Sterckx, sui diritti e gli obblighi dei passeggeri ferroviari. Il regolamento, che entrerà in vigore nell'autunno 2009, prevede il diritto per il passeggero di chiedere un indennizzo in caso di ritardo tra il luogo di partenza e il luogo di destinazione indicati nel biglietto. Indennizzo che va dal 25% del prezzo della corsa in caso di ritardo compreso tra i 60 e 119 minuti e del 50% se i minuti salgono sopra i 120. Ma c'è di più. Quando il ritardo supera l'ora i passeggeri hanno, inoltre, diritto a pasti e bevande gratis, sistemazione in albergo, ove necessario, comprensivo di trasporto fino allo stesso.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017