Excite

Turisti incivili, ecco i dati

Sembra proprio che i sindaci di tante località turistiche italiane siano pronti ad introdurre misure restrittive contro tutti quei visitatori dotati di scarso bon ton. Secondo uno studio promosso dalla rivista Vie del Gusto, condotto dalla Bocconi Trovato & Partners, i turisti avrebbero poco rispetto per il luogo ospitante.

Per condurre lo studio sono stati intervistati circa 100 sindaci italiani. Di seguito quanto emerso: per sette sindaci italiani su dieci (67 per cento), i turisti vanno in giro vestiti in modo troppo succinto e poco consono (53 per cento); i visitatori, poi, aumentano gli schiamazzi notturni (45 per cento) e fanno un maggiore consumo di alcol (31 per cento); alcuni turisti, inoltre, si sentono liberi di fare ciò che vogliono (19 per cento).

I primi cittadini intervistati hanno affermato che di sovente i turisti, durante la loro permanenza, manifestano poco rispetto per le città che li accolgono. C'è chi scambia la città per un parco divertimenti dove qualsiasi cosa è permessa; c'è chi non presta la minima attenzione per l'ambiente; c'è, poi, chi non si cura delle abitudini del luogo.

Solo il 26 per cento dei sindaci ha dichiarato che i turisti si dimostrano molto educati e rispettosi della città che li ospita. Ma i visitatori come vengono accolti dai cittadini? Secondo sei sindaci italiani su dieci con benevolenza, mentre il 36 per cento degli intervistati ha affermato che a volte i cittadini sopportano a mala pena i turisti (25 per cento) o li ignorano del tutto (11 per cento).

 (foto © LaPresse)

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017