Excite

Un sorso di Porto

E’ prodotto esclusivamente da uve provenienti dalla regione del Douro il vino simbolo del Portogallo, il porto: e parte proprio dalla città di Porto, nel nord del Paese, un tour alla scoperta del caratteristico vino liquoroso che deve il suo successo all’embargo verso i vini francesi che era stato emanato dall’Inghilterra alla fine del XVII secolo. Gli inglesi quindi cercarono altre fonti di approvvigionamento, finchè arrivarono alla chiesa barocca di Nossa Senhora dos Remédios di Lamego, dove scoprirono che chiesa aggiungendo dell’acquavite al vino rosso prodotto dai frati portoghesi, potevano preservarne la qualità durante la lunga traversata in mare verso la patria.

Da allora, il successo del Porto in Inghilterra fu esponenziale e diversi inglesi decisero di trasferirsi lungo le rive del Douro per produrre il vino personalmente: nella prima regione a denominazione d’origine controllata della storia, sono presenti ancora oggi decine di quintas, le aziende vinicole che ospitano cantine belle come musei, oltre a caratteristici ristoranti dove è possibile degustare i prodotti tradizionali del Portogallo, accompagnati dal vino di produzione propria.

Il viaggio alla scoperta di Porto prosegue tra le strade della Ribeira, il quartiere più popolare e affascinante della seconda città del Portogallo, dove sorge un’area vinicola che l’Unesco ha proclamato patrimonio mondiale dell’umanità. Una visita a Porto non può non considerare le bellezze artistiche della città, i cui palazzi sono ricoperti dagli azulejos, le caratteristiche maioliche colorate: dalla Torre dos Clerigos alla chiesa di São Francisco, dal possente ponte a due piani Dom Luís I alla caotica Cais da Ribeira, dove è possibile trovare locali, ristorantini, taverne e bancarelle dove assaggiare il tradizionale bacalhau fritto e i frutti di mare al cartoccio.

Fonte: © tripadvisor.it

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017