Excite

Unesco, le nuove meraviglie della Terra

  • Foto:
  • cifr.it

Sono 25 le nuove meraviglie della Terra che si vanno ad aggiungere alla lista dei 911 siti considerati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, per un totale di 936: lo ha stabilito la 35esima sessione del comitato dell'organizzazione mondiale riunito a Parigi.


I nuovi siti del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco

Le candidature per l’ingresso nella prestigiosa lista erano 37: l'Italia ha strappato l’introduzione della Rete Longobarda e delle Palafitte alpine di Ledro e Fiavè del Trentino (in “comproprietà” con Svizzera, Austria, Francia, Germania e Slovenia), ma resta salda al comando della classifica dei Paesi con il maggior numero di siti iscritti nella lista (pari a 47, il 5% del totale). La Germania invece può contare su tre nuovi siti: la Fabbrica Fagus di Alfeld, firmata da Walter Gropius nel 1910, le Palafitte alpine e le antiche foreste di faggi dei Carpazi. Segue il Giappone, che porta a casa l’iscrizione nella prestigiosa lista dell’arcipelago tropicale delle isole Ogasawara e della storica capitale del regno del Nord del paese Hirazuimi.


Storia vs. ambiente

Complessivamente, si può dire che il patrimonio storico del pianeta ha avuto la meglio sui siti ambientali: 21 delle meraviglie iscritte nella lista sono a contenuto culturale, contro i 3 che invece segnalano le bellezze naturali (la costiera Ningaloo in Australia, le già citate isole giapponesi di Ogasawara e la rete dei laghi kenioti della Rift Valley), per un totale che porta il patrimonio culturale a quota 725 presenze nella lista, contro i 183 siti naturali e i 28 misti.


Proteggere e valorizzare il territorio

La lista dell’Unesco, oltre a voler attirare l'attenzione del mondo della cultura e del turismo sulla parte meno fortunata del pianeta, comprende una serie di luoghi a rischio, in cui si entra e si esce una volta fuori pericolo: quest'anno meritano una tutela speciale la riserva Rio Platano in Honduras e la foresta tropicale di Sumatra in Indonesia, mentre è dichiarato fuori pericolo il santuario naturale di Manas, in India.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017