Excite

Ponza, l’isola ritrovata

Per chi ha bisogno di una vacanza rilassante, Ponza è la meta perfetta: dopo anni di sovraffollamento e inquinamento acustico, l’isola ha ritrovato la sua tranquillità grazie a una nuova normativa che regola l’afflusso di barche e il numero dei pontili.

L’isola, un’oasi di soli 722 ettari che si trova a un’ora di aliscafo da Anzio e Formia, può essere raggiunta anche grazie a un comodo servizio di elitaxi, che parte dall’aeroporto dell’Urbe sulla via Salaria, a Roma. In soli 35 minuti di volo si passa dal caos della Capitale alla limpida e rilassante Cala dell’Acqua. Il servizio, però, ha dei costi piuttosto elevati: per un biglietto singolo, si arrivano a spendere anche 400 euro. Una volta sull’isola, basta noleggiare un barchino per andare alla scoperta dei suoi meravigliosi fondali, mentre gli amanti delle passeggiate potranno perdersi tra i sentieri e la vegetazione del Bagno Vecchio. Per un tuffo indimenticabile poi, si salpa dalla banchina del porto con Noleggio Azzurro alla volta della spiaggia di Frontone, con locali e ristoranti che non hanno nulla da invidiare alla modaiola Formentera.

Un salto a Ponza val bene una scorpacciata di pesce dall’Acqua Pazza, dove è possibile gustare tartare, carpacci e polpettine di pesce. E’ un rito dell’isola la colazione con i bomboloni alla crema dal caratteristico bar Gildo: impossibile non notarlo sul corso, grazie alle sue poltroncine blu. Gli amanti della frittura avranno invece l’imbarazzo della scelta alla rosticceria Spaccamuntagna, sul molo accanto al porto, famosa per i crocchè e i panzerotti.

Fonte: © myronviaggi.com

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017