Excite

Vacanze a Montecarlo, è in arrivo l'isola artificiale

Il Principato di Monaco è pronto ad espandersi. In cantiere c'è il progetto di costruire 10-12 ettari di città direttamente sul mare con un investimento di otto miliardi di euro. Per la realizzazione dell'opera il principe Alberto ha dato il via a una competizione tra i più rinomati architetti del mondo: Norman Foster, Rem Koolhaas, Frank Gehry, Christan de Portzamparc, Daniel Libeskind e altri.

"Si tratta di preparare il futuro - ha detto il principe Alberto - rimediando all'attuale insufficienza delle superfici immobiliari e degli spazi destinati al pubblico". Il progetto, che dovrebbe vedere la luce entro circa 15 anni, ospiterà un complesso culturale, alloggi, commerci, alberghi, uffici.

Ad investire su questa "isola artificiale" saranno i privati, che vendendo poi la loro proprietà al metro quadro recupereranno il loro denaro. Il Principato pagherà solo le attrezzature pubbliche.

"Costruiremo una città bassa - ha affermato Jean-Paul Proust, ex questore di Parigi e oggi capo del governo monegasco - al massimo trentotto metri sopra il livello del mare. Non rovineremo la prospettiva dalla riva. L'estensione prenderà la forma di un capo che avanza piuttosto lontano in mare".

Il progetto rappresenta una vera e propria sfida per gli architetti e per gli ingegneri. Se ai primi, infatti, spetta il compito di realizzare qualcosa di spettacolare, i secondi dovranno stare attenti a rispettare l'equilibrio ecologico dei fondi marini ed evitare di dirottare le correnti marine.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017