Excite

Vacanze all’estero, l'Ue assiste i turisti

Un europeo su sei e un italiano su 10 quest'anno hanno programmato le vacanze all’estero, in paesi che non appartengono all'Unione europea: da quest’anno arriva un’importante novità per i cittadini che, in caso di necessità, potranno richiedere assistenza anche presso l’ambasciata o il consolato di un altro Stato membro dell’Unione. Per questo motivo, tutti i nuovi passaporti conterranno informazioni sulla tutela consolare, insieme all'apposito sito Internet Ue che precisa dove è possibile chiedere assistenza durante i soggiorni in paesi terzi.

Chiedere aiuto in situazioni di crisi

Le situazioni di crisi in Libia, Egitto e Yemen hanno messo in evidenza l'importanza dell'assistenza consolare per i cittadini stranieri che, per motivi di lavoro o per una vacanza, sono rimasti bloccati all’estero: infatti solo negli Stati Uniti, in Cina e in Russia tutti i 27 paesi membri dell'Ue hanno una propria rappresentanza diplomatica.

La crisi libica e le difficoltà per i cittadini Ue

Ad esempio, quando è scoppiata la guerra in Libia, gli oltre 6mila cittadini dell’Unione Europea presenti nel Paese per turismo o per lavoro hanno avuto enormi difficoltà per reperire informazioni e per organizzare il rientro: in Libia, poi, sono rappresentati appena otto Stati membri su 27.

L’impegno dell’Ue per i turisti

''E' importante che i cittadini Ue che viaggeranno all'estero quest'estate siano a conoscenza dei propri diritti - ha spiegato la vicepresidente della Commissione europea e responsabile per la Giustizia, Viviane Reding - e che siano tutelati alle stesse condizioni dei cittadini dello Stato membro la cui ambasciata presta assistenza''. Proprio per rafforzare questi diritti, la Commissione europea “proporrà delle misure legislative in materia di coordinamento e compensazione finanziaria.

Le procedure di assistenza Ue

Secondo la Reding, “i cittadini devono sapere dove possono chiedere assistenzain caso di bisogno, senza doversi preoccupare delle procedure amministrative". La tutela consolare, infatti, è importante anche in situazioni ordinarie, come il furto del passaporto, un malattia grave o l'arresto.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017