Excite

Vacanze Costa Smeralda, sulla Tirrenia in compagnia delle zecche

Una vacanza da sogno si è trasformata presto in un incubo. Per Caterina Sassudelli, turista bergamasca di 41 anni, quello in Costa Smeralda doveva essere un soggiorno indimenticabile e in un certo senso così è stato.

La donna si è imbarcata la sera di venerdì scorso da Genova su un traghetto della Tirrenia ed è arrivata ad Olbia sabato mattina. Nulla di strano se non il fatto che dopo essersi appoggiata per qualche ora su una poltrona di prima classe per riposare un po' si è risvegliata completamente coperta da zecche. La Tirrenia è ovviamente stata denunciata.

Ma ecco il racconto della donna. "Con due amiche ci siamo imbarcate venerdì sera da Genova - ha raccontato sconvolta la Sassudelli - per tutta la notte non sono riuscita a dormire e ho passato il tempo in giro per la nave con il capitano e due ragazze conosciute lì. Verso le 5 e mezzo è subentrata la stanchezza e malauguratamente ho deciso di sedermi su una poltrona in prima classe. Malauguratamente perché in realtà noi avevamo i biglietti di seconda, ma essendo la prima quasi vuota abbiamo optato per quella soluzione. Quando mi sono svegliata - ha poi spiegato - ho iniziato a sentire prurito, poi ho visto gli animaletti sulle gambe, sulle braccia, sulla testa. Mi sono sentita disperata, ho gridato ed è arrivato il comandante. Gli animali erano centinaia, li ho riconosciuti dal loro colore bordeaux. Subito mi hanno condotta dal medico di bordo, che mi ha visitata superficialmente, ma nel referto ha constatato la presenza dei parassiti. E' stata un'esperienza terribile che mi auguro non capiti a nessun altro - ha aggiunto la donna - la mia paura sono le malattie che potrei aver preso. Prima di sapere se sono stata contagiata possono passare anche 10 o 15 giorni: sono affranta, la notte non riesco a prendere sonno. A casa non volevo dire nulla, ma visto il clamore suscitato ho dovuto avvertire le mie figlie, che si trovavano in vacanza con il papà. Sono disperate, non smettono di piangere perché molto preoccupate per la mia salute".

Sulla vicenda sono intervenuti anche politici e associazioni. Il deputato Pdl Bruno Murgia ha chiesto un'immediata privatizzazione della Tirrenia e il senatore Pd Riccardo Villari ha presentato un'interrogazione al ministro della Salute in cui ha chiesto "se non sia il caso di informare i presidi sanitari internazionali sui pericoli da punture di zecche".

Verifiche accurate "prima che sulla nave salgano altri passeggeri" da parte della Asl sono state chieste dal Codacons e Telefono Blu ha proposto il sequestro del traghetto.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017