Excite

Vacanze Croazia, il ministro si scusa per l'aggressione ai cinque turisti italiani

"Voglio esprimere la mia più ferma condanna di questo violento gesto. Un simile comportamento verso turisti stranieri non può essere e non sarà tollerato", questo quanto scritto in un comunicato dal ministro del Turismo croato Damir Bajs per scusarsi personalmente, e a nome del suo dicastero, con i cinque turisti italiani, due uomini e tre donne, aggrediti martedì sera da un ristoratore in Dalmazia per aver richiesto la ricevuta al termine della cena.

Il ministro ha detto di essere convinto che si sia trattato di un caso isolato e ha espresso la speranza che "questo atto sconsiderato" non alteri l'immagine della Croazia. Bajs ha, inoltre, affermato di essere in contatto con la polizia di Zara, competente nella zona dove è accaduta l'aggressione, e di aver invitato l'ispettorato del commercio ad effettuare un controllo dell'attività del ristorante "Aquarius" di proprietà di Zoran Ramov.

La vice della portavoce della polizia di Zara, Sonja Simurina, ha spiegato: "Abbiamo parlato con il proprietario del ristorante e con alcuni testimoni che erano sul posto. Fino ad oggi l'accertamento dell'andamento dei fatti era reso difficile dalla circostanza che gli italiani coinvolti non si erano rivolti direttamente alla polizia, e non è stato possibile sentire la loro versione dell'accaduto".

L'accaduto è stato raccontato alla stampa italiana e croata dalla giornalista siciliana Elvira Terranova, una delle cinque persone aggredite.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017