Excite

Vacanze estive solo per il 54% degli italiani

E' iniziata l'estate e per alcuni si avvicinano le tanto sospirate vacanze. Ma secondo un'indagine condotta da Europcar in collaborazione con Doxa metà degli italiani rimarranno a casa. Solo il 54 per cento, infatti, avrebbe programmato le ferie tra giugno e settembre.

Un'indagine sul turismo estivo dell'Adoc, diffusa dall'Adnkronos, ha rivelato che a causare la crisi del turismo concorrerebbero il caro prezzi e la scarsa competitività dell'Italia rispetto ad altre mete. Ad ostacolare la partenza per le vacanze anche il maltempo.

Per non rinunciare alle tanto sospirate vacanze estive, tuttavia, in molti sono disposti ad indebitarsi. "L'indebitamento per le vacanze - ha spiegato Carlo Pileri, presidente dell'Adoc - sta divenendo una pratica diffusa, in crescita di circa il 2-3 per cento rispetto allo scorso anno, per un importo medio di 1500 euro, sia i viaggi, che i gli alberghi e i ristoranti oggi vengono pagati a rate. Con il rischio, elevato, che il relax di una settimana si tramuti in un sacrifico economico troppo oneroso da sostenere durante il resto dell'anno, visto che gli interessi arrivano anche fino al 24 per cento".

L'osservatorio Europcar ha evidenziato che le mete preferite sono le isole: in paricolare la Sicilia, scelta dal 12 per cento dei vacanzieri, e la Sardegna, scelta dall'11 per cento. Altro dato interessante riguarda il cosiddetto "turismo enogastronomico" in netto aumento. Per sette italiani su dieci, infatti, sembra che la scelta del luogo sia strettamente collegata al fattore gastronomico.

Tra i luoghi di villeggiatura preferiti, al primo posto figura il mare, a seguire la montagna, poi ancora le città d'arte, la vacanza itinerante e, infine, la campagna e/o il lago. Un dato interessante è quello secondo il quale a scegliere la montagna sono soprattutto giovani di età compresa tra i 15 e i 34 anni.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017