Excite

Vacanze in agriturismo, a luglio è boom

L'agriturismo inverte la rotta e comincia a risalire la china: secondo le stime di Coldiretti, che si basa sui dati dell'associazione agrituristica Terranostra, a luglio sono circa 530mila gli italiani che hanno scelto di trascorrere le vacanze negli agriturismi. Molto probabilmente, la vacanza tra natura a tradizione è favorita dal fatto che molti italiani nel 2011 hanno scelto di restare nel Belpaese piuttosto di partire per l’estero, dove si temono scioperi, disordini politici ed economici.


Prenotazioni in aumento

Dopo il crollo delle prenotazioni dell’8% registrato lo scorso anno, gli agriturismi potrebbero riprendersi grazie ai prezzi competitivi (rimasti invariati rispetto al 2010) e alla possibilità di mettere a disposizione offerte last minute e pacchetti sempre più personalizzati; le stime parlano di oltre 2 milioni di pernottamenti totali, per una durata media del soggiorno in agriturismo di 4/5 giorni e un giro d'affari complessivo compreso tra i 600 e i 650 milioni di euro.


Ottimo rapporto qualità/prezzo

Del resto, l’agriturismo può contare su diversi aspetti positivi ed allettanti, come cibo genuino e buon rapporto qualità/prezzo, soprattutto per le strutture che si trovano in prossimità delle località turistiche di mare e montagna e per quelli vicini alle città d’arte.


I lati positivi dell’agriturismo

Non solo natura ed escursionismo, ma anche percorsi benessere, escursioni a cavallo o in bicicletta e anche corsi curiosi e stimolanti, come quelli di cucina o di cosmetica, mentre sono tantissime le proposte per i bambini, che impareranno divertendosi e partecipando alla vita agricola dell'azienda che li ospita. Senza dimenticare i sapori locali: tutti gli agriturismi infatti puntano sul turismo enogastronomico, con una ristorazione attenta alla stagionalità e al legame con il territorio dei prodotti scelti.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017