Excite

Vacanze low cost con lo scambio di casa

Se siete stanchi del classico villaggio vacanze e dei viaggi all’insegna dell’avventura, oppure quest’estate volete puntare su una vacanza low cost, la soluzione migliore per una vacanza in un’atmosfera intima e rilassante è restare in casa. Ma non storcete il naso: non si tratta della vostra. Basta iscriversi a una delle tante community sul web che promuovono l’house swapping, una sorta di “baratto” della propria abitazione.

Che cos’è l’house swapping

Per poter trascorrere una settimana a Parigi, un weekend a Firenze o un mese in una splendida villa di Miami, basta mettere a disposizione la propria casa e scambiarla con un appartamento nella destinazione dei vostri sogni. Il fenomeno dell’house swapping non è recentissimo, ma è stato riscoperto negli ultimi anni a causa della crisi che ha prosciugato i portafogli dei turisti: già negli anni Cinquanta, però, nei Paesi anglosassoni, il servizio era nato per venire incontro alle esigenze del personale di bordo delle compagnie aeree, obbligato a sostare per più giorni in un luogo lontano da casa e quindi spesso costretto a soggiornare in hotel; per ridurre i costi e per ricreare un’atmosfera più casalinga, la soluzione è stato lo scambio di casa. Ad oggi, sono oltre 250mila le persone che viaggiano in tutto il mondo grazie a questo fenomeno.

Come funziona

In Italia, esistono tanti siti in cui è possibile iscriversi per entrare a far parte della comunità di “scambisti” (il costo dell’iscrizione è compreso tra i 70 e i 150 euro). Una volta entrati nel sistema, tutelato da una password d’accesso, è possibile spulciare una lista di abitazioni nelle mete prescelte per la propria vacanza, analizzando gli interni dell’appartamento insieme alle foto e alle schede degli inquilini. Ovviamente, tutte le soluzioni sono disponibili: anche se volete mettere in condivisione il vostro appartamento in città, avrete la possibilità di scambiarlo anche con una baita di montagna o con un villino al mare.

Come tutelarsi

Per non avere brutte sorprese avacanza già iniziata, è consigliabile iniziare la conoscenza con i futuri inquilini della propria casa qualche tempo prima dello scambio, in modo da capire al meglio le loro esigenze e le loro abitudini. In ogni caso, prima dello scambio delle abitazioni, le due parti sottoscrivono un accordo che riguarda le “regole” dell’abitazione, accompagnato da un'ulteriore assicurazione che comprende anche l’eventuale intervento di un idraulico o di un elettricista.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017