Excite

Vacanze Madagascar: nella terra dei cinque orizzonti

Chi pensa al Madagascar, pensa alla natura, agli splendidi parchi e alle bellissime spiagge. Il Madagascar è tutto questo e non solo, frutto di ben 150 milioni di isolamento. Si tratta di un’isola molto più vicina ad un micro-continente, una terra inesplorata che ha potuto sviluppare flora e fauna di ogni specie, una ricchezza naturalistica ineguagliabile.

Negli ultimi anni, il Madagascar è diventato anche un’ambita meta turistica, soprattutto per chi ama la natura selvaggia ed incontaminata, i parchi più belli del continente africano, le spiagge tropicali.

Tra baobab e migliaia di specie di orchidee, il Madagascar è composto di 18 tribù, una commistione di razze provenienti dall’oriente e dall’occidente. Questa fusione rende l’isola ancora più affascinante, da esplorare attraverso le sue regioni turistiche: la Costa delle Isole Vergini a Nord-ovest dell’isola, gli Altopiani nella parte centrale, la Costa del palissandro ad Est, la Costa del capricorno a Sud-ovest e la Costa dei contrasti a Sud-est.

La Costa delle Isole Vergini è la parte più incontaminata del Madagascar, consigliata a chi ama la natura selvaggia e allo stato originario. Questa zona è consigliata anche per le gradevoli condizioni climatiche, grazie alla presenza di due stagioni ben alternate: quella secca e quella umida.

Gli Altopiani sono il risultato della natura ma anche dell’opera dell’uomo, artefice dei “terrazzi”, zone adibite a raccolta, che, nello stile, richiamano la tradizione indù. È qui che si trova la capitale Antananarivo, un agglomerato urbano che si presenta confusionaria e ricca di una non perfetta commistione di razze.

La Costa del palissandro è quella più esposta alle piogge. Di questa, la zona del Tamatave è quella più piovosa, ma anche nodo di importante scambio commerciale, grazie al più grande porto dell’isola. È qui che si concentra una grossa fetta di turisti, grazie all’Isola di St. Marie, detta anche Isola dei Pirati, che fa della Costa del palissandro la principale meta del turismo di massa.

La Costa del capricorno è la meta consigliata per chi ama lo snorkeling con il suo fantastico sottomarino e la sua barriera corallina, la seconda più grande del mondo dopo quella australiana.

Infine, la Costa dei contrasti, la zona in assoluto più frequentata dai turisti, una zona favorevole alla pesca e ad altri sport acquatici, una meta turistica di massa che la rende per questo anche più facilmente raggiungibile.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017