Excite

Vacanze, traffico da esodo estivo: è luglio il mese più duro

  • infophoto

E' luglio il mese dell'anno con il maggior numero di incidenti stradali con vittime.
Lo ricorda la Viasat, società leader in Europa nel settore della sicurezza satellitare, che ha rilasciato un comunicato ufficiale, per sensibilizzare tutti gli automobilisti che si apprestano a invadere le autostrade italiane per l'esodo estivo.
E lo fa, sciorinando i dati pubblicati recentemente sulla 7°ma edizione della Guida alla Sicurezza Stradale.

Il comunicato di Viasat è lapidario: "Mare o montagna che sia gli automobilisti italiani devono fare molta attenzione perché luglio è da bollino nero per la sicurezza stradale. Queste ultime due settimane del mese è il momento in cui tradizionalmente cominciano le vacanze estive, ma purtroppo si conferma anche il più triste dell’anno".

Notoriamente, la Viasat produce dispositivi satellitari, ma negli ultimi anni si è sempre più spinta a sensibilizzare gli automobilisti sulla sicurezza stradale.

Nel comunicato, la Viasat precisa che "dei 211.404 incidenti stradali che si verificano ogni anno (579 al giorno), che provocano il decesso di 4.090 persone (11 al giorno) e il ferimento di altre 302.735 (829 al giorno), Luglio si conferma per l’ennesima volta il mese in assoluto più “triste” con 21.272 incidenti (con la media giornaliera più alta (686 incidenti al giorno), che provocano la morte di 450 persone (in media 15 al giorno) e oltre 30mila feriti.
Di questi incidenti “estivi”, il maggior numero (15.815) si verificano sulle Strade Urbane. A seguire le Strade Provinciali (2.138), le Autostrade e i Raccordi (1.245) e le Strade Statali (1.079).
È la Lombardia è la regione dove si verificano in assoluto più sinistri (quasi 400 mila l’anno) e dove si muore di più (565 vittime della strada), seguita dal Lazio (quasi 28 mila incidenti e 450 vittime), l’Emilia Romagna e la Toscana. Il venerdì e il sabato si confermano i giorni tristemente più pericolosi della settimana, soprattutto nella fascia notturna. I ragazzi (tra i 20 e i 24 anni) i più colpiti
".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019