Excite

Valigia smarrita, gliela riportano piena di coca

La sua valigia era andata perduta nel volo Città del Messico - Roma lo scorso 14 Settembre. La proprietaria del bagaglio, una turista messicana venuta in Italia per far visita alla figlia, si era così vista costretta a fare la consueta denuncia di smarrimento. E fin qui tutto normale. Normale è anche la "fortuna", che dopo qualche giorno la valigia sia stata ritrovata e le sia stata riconsegnata da un corriere a casa della figlia a Lanciano, Abruzzo, con tanto di scuse. Ma è qui che la storia si complica. Una volta aperta, la signora scopre che quella non è la sua valigia, o meglio, è la sua valigia, ma dentro invece che vestiti e oggetti personali ci sono ben 20 chili di cocaina pura per un valore di 7-8 milioni di euro.

La seconda denuncia è scattata immediatamente. Lo scambio delle etichette delle valigie era avvenuto dentro l'aeroporto di Città del Messico ad opera di un gruppo di narcotrafficanti. I pani di coca erano stati mascherati, per depistare i cani antidroga, con caffè, gelatina e camere d'aria di gomme di bicicletta. L'aereo ha fatto scalo anche ad Amsterdam, ma nessuno si è accorto di nulla. Tutto è filato liscio, insomma, ma i narcotrafficanti non hanno tenuto in conto l'alta probabilità di smarrimento bagagli dell'aeroporto di Fiumicino.. Ora sul caso indaga la polizia di Lanciano in collaborazione con L'Interpol.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017