Excite

Aumenta il turismo su due ruote

Il cicloturismo è un fenomeno in grande ascesa da alcuni anni a questa parte, tanto da spingere molti paesi europei a studiare veri e propri itinerari con strutture sempre più all’avanguardia capaci di soddisfare tutti gli amanti delle due ruote.

Si parte dal tradizionale bike sharing, biciclette pubbliche messe a disposizione dei turisti, che rappresenta un metodo economico ed ecologico di scoprire molte città d’arte e si passa al più impegnativo e suggestivo cicloturismo attraverso itinerari che attraversano mezza Europa.

Fenomeno che è diventato un autentico business visto che nel vecchio Continente sono circa 12 milioni le persone che ogni anno scelgono la bicicletta per le proprie vacanze. Oltre a Olanda e Germania, dove storicamente il cicloturismo è molto diffuso, anche l’Italia presenta delle mete moto allettanti. Da Ferrara al parco del Delta lungo il fiume Po, lungo i parchi e le spiagge della Sardegna o dalle Dolomiti a venezia sono infatti solo alcuni itinirari che il nostro Paese offre.

Fuori dai confini Nazionali invece una delle traversate più suggestive è quella lungo il Danubio da Passau a Vienna pedalando per oltre 300 chilometri. Anche il celebre Cammino di Santiago è diventata meta di cicloturisti e la tedesca Romantische Strasse che percorre 350 chilometri da Fussen a Wurzburg e che attraversa splendide città medievali con le loro fortificazioni.

Visto il grande numero di utenti e il grosso business che questo tipo di turismo porta, si stanno moltiplicando i bike hotel attrezzati e i pacchetti di viaggio che comprendono biglietti del treno in cui trasportare la propria bicicletta. In internet ci sono molti siti appositamente dedicati che permettono di programmare minuziosamente il proprio viaggio e di scoprire le mete più indicate per ogni gusto. Non resta che pedalare.

foto © dolomitibl su Flickr

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017