Excite

Viaggi, la nuova tendenza 'solidale'

Fino a qualche anno fa i ‘viaggi solidali’ venivano visti come un qualcosa di relegato agli ambienti vicini al mondo del volontariato; un invisibile esercito di coraggiosi e volenterosi che decidevano di dedicare parte delle proprie ferie al servizio a favore dei più deboli e diseredati. Oggi non è più così, ed anche grazie alle diverse forme ed opzioni disponibili per un viaggio solidale, sono sempre di più le persone che hanno sposato questa tendenza.

Ma come funziona un viaggio solidale? Ci sono varie possibili scelte a disposizione. Si può puntare sulle aree di grande crisi e depressione economica come l’Africa Centrale o il Mato Grosso, verso le quali partono periodiche missioni organizzate da Associazioni specializzate in questo tipo di supporto, va detto però che questo tipo di viaggi solidali richiedono specifici periodi di formazione e non sono certo qualcosa alla portata di tutti, viste le situazioni di forte disagio che si vanno a vedere.

Ma oggi i viaggi solidali si declinano anche secondo forme diverse da quella base. Ad esempio si intende per viaggio solidale anche una normale vacanza che però decidiamo di trascorrere in paesi percorsi da crisi economiche o appena usciti da catastrofi naturali (es Haiti).

La nostra semplice presenza in loco, ed ovviamente il denaro che spendiamo durante il periodo di soggiorno, rappresentano una delle migliori forme di aiuto per queste popolazioni che provano a rinascere.

Foto @ davidgardner-thegardener.com

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017