Excite

Voli, cosa dà più fastidio in aereo?

Numerosi sono i comportamenti che infastidiscono quando si vola in aereo. A stilare un decalogo delle cattive abitudini ci ha pensato la compagnia aerea britannica British Airways che ha anche misurato i livelli di tolleranza o irritabilità in base alla nazionalità. A condurre l'indagine per conto della compagnia britannica è stata YouGov che ha intervistato quasi 3mila viaggiatori di nove nazionalità appartenenti all'Unione Europea.

Il commercial manager di British Airways per l'Italia e Malta, Mark Moscardini, ha spiegato: "Sono molti i passeggeri che soffrono di stress da viaggio in aereo, perfino quelli più abituati a volare possono a volte sentirsi tesi e irritati". Tra le popolazioni più tolleranti si trovano gli italiani, seguiti da danesi e svedesi. Tra i più intolleranti, invece, figurano tedeschi, belgi e svizzeri. I comportamenti che infastidiscono maggiormente sono le spinte al sedile ricevute da chi siede dietro e l'invasione dello spazio da parte del vicino. Arrecano, poi, disturbo i bambini non controllati dai genitori e lasciati urlare e girovagare all'interno della cabina; le persone che russano; quelle che si lamentano per tutta la durata del viaggio; quelle che parlano a voce alta; le persone che mangiano facendo particolare rumore; quelle che tengono il volume delle cuffie troppo alto; le persone che reclinano, magari nel momento meno opportuno, il proprio sedile.

Alla luce di questi dati, la compagnia ha deciso di stilare un vademecum per affronatare il volo nel modo più rilassato possibile. Nel piccolo manuale la compagnia britannica consiglia di non salire mai a bordo già stressati, di evitare di assumere troppo alcol, di concedersi se possibile un massaggio e di ascoltare durante il volo della musica o guardare un filma con le cuffiette, però, al giusto volume.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017