Excite

Voli low cost con gli Usa, ora si può: a far saltare il banco è la Wow Air, si viaggia con 120 euro

Arrivano le tratte transoceaniche a basso costo, e potrebbero segnare il passo di una nuova era per i viaggi in aereo. A rompere gli schemi non è però la madrina delle cosiddette compagnie low cost, ossia la Ryan Air, bensì la meno nota, ma in ascesa, Wow Air: bandiera islandese, di proprietà del magnate Skúli Mogensen, fondata nel novembre 2011 e che ha inaugurato le sue rotte il 31 maggio 2012 con un volo per Parigi.

L'aereo non ha i finestrini, ma il cielo è sulle teste dei passeggeri: il futuro arriva dall'Inghilterra

Nella sostanza si tratta, informavano le agenzie di questi giorni, di voli da Boston e Washington (a breve si vorrebbe inaugurare anche Baltimora) per Londra e Copenhagen, con scalo a Reykjavik, e un prezzo minimo di 99 dollari a tratta (circa 120 euro, che diventano 250 se si sceglie anche il ritorno). E la notizia, forse questa non troppo scontata, è che ad oggi i biglietti in offerta dei primi voli (alcune migliaia) sono andati già quasi tutti esauriti. Un successo che ha fatto dire al patron Mogesen: "Stiamo aprendo un mercato del tutto nuovo con grandi prospettive e tra qualche anno il low cost avrà il 30-40% dei passeggeri sui voli tra le due sponde dell'Atlantico".

È importante però, come sempre quando si vola, ricordarsi degli "extra". Il volo è infatti low cost a certe date e a certe condizioni: a bordo si porta gratis solamente un bagaglio (entro i 5 kg), altrimenti si pagano circa 45 euro; mentre per un posto sulle poltrone più comode (70 cm di spazio per le gambe, dieci più della media), di euro se ne devono sborsare altri 18.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019