Excite

Zanzibar, mare ed Africa

La colonia italiana è quella certamente maggioritaria tra le orde di turisti che ogni anno affollano, i villaggi, gli alberghi, i resort e le cittadine di Zanzibar. La toponomastica fa risalire il suo nome all’accezione ‘terra dei Neri’, essendo stata in passato un’isola prigione per migliaia di schiavi che dall’Africa venivano deportati verso l’Europa e verso le Americhe.

Ieri un inferno oggi un paradiso, Zanzibar, piccolo distaccamento in mare della Repubblica della Tanzania, è una continua sorpresa di posti e località, una più bella dell’altra; una scoperta accompagnata sempre da quella che è una delle caratteristiche più uniche di quest’isola, ovvero il calore e l’affetto con cui gli abitanti accolgono i turisti.

Mare ed Africa sono le note principali di un viaggio a Zanzibar; il mare con le sue spiagge, per lo più sabbiose, è uno spettacolo senza interruzioni in tutto il perimetro dell’isola. A tal proposito bisogna però considerare che la facciata esposta verso l’Oceano Indiano presenta il fenomeno delle maree, acqua bassa di giorno, alta di notte.

La facciata rivolta invece verso l’Africa non presenta invece questa caratteristica, ed è qui che troviamo Cape Town, la capitale, una cittadina africana a tutti gli effetti in cui girare per qualche fotografia e per acquistare souvenir, magari facendo un salto anche alla casa natale di Freddie Mercury, la nota voce dei Queen.

Foto @ allposters.com

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017